Pannello Termodinamico Visualizza ingrandito

Pannello Termodinamico

Nuovo prodotto

Pannello Termodinamico Energy Panel

prezzo €170,00 oltre IVA

chiedi un preventivo a ordini@estorage.it

Maggiori dettagli

207,40 € tasse incl.

Dettagli

Pannello termodinamico Energy Panel. Fino a 12 colori disponibili.

Sistemi solari termodinamici per l’acqua calda sanitaria (ACS), o per il riscaldamento, sono impianti che combinano il funzionamento delle pompe di calore e al tempo stesso sfruttano l’energia solare, sono infatti in grado di captare l’energia del sole e dell’ambiente esterno riscaldando l’acqua in modo ottimale, e garantendo un consumo molto ridotto rispetto ai sistemi tradizionali.
QUAL È LA DIFFERENZA RISPETTO AGLI ALTRI PANNELLI SOLARI?
• Disponibilità di acqua calda con qualsiasi condizione
atmosferica; funzionano sia di notte, in caso di pioggia o vento.
• Privi di vetri o di componenti elettrici.
• Senza necessità di cicli di scongelamento, o di ventilatori.
• Non richiedono manutenzione, né particolari operazioni di pulizia.

Un fluido refrigerante a bassa temperatura (che può essere inferiore a O°C) circola all’interno del pannello termodinamico. Il fluido capta sia i raggi solari incidenti sul pannello, che il calore dell’ambiente circostante.
Il condensatore del ciclo termodinamico cede il calore accumulato all’acqua in modo che si riscaldi. Il fluido refrigerante ecologico R134-A o R407C, che penetra nel pannello ad una temperatura negativa, percorre il circuito chiuso situato all’interno del pannello stesso. Lo scambio di calore generato da agentiesterni come il sole, la pioggia o il vento, consente che il fluido si converta in gas. Il compressore aspira il gas riscaldato e lo comprime, innalzando ulteriormente la temperatura del gas, che viene poi propagato al circuito dell’acqua mediante uno scambiatore di calore; tutto ciò consente di ottenere acqua calda sanitaria a una temperatura di 55ºC o 65 °C.
Grazie alla pressione elevata, e dopo aver ceduto gran parte del suo calore al condensatore, il fluido refrigerante arriva nuovamente sotto forma di liquido alla valvola laminatrice, la quale sottopone il gas a una riduzione della pressione. In questo modo il fluido può nuovamente penetrare all’interno dei pannelli.
La valvola regola l’uscita del liquido in funzione della sua temperatura, in modo tale che il refrigerante venga nuovamente propagato, sotto forma di mini gocce, attraverso i tubi di rame disidratati fino ai pannelli dove verrà nuovamente compresso, ripetendo il ciclo fino a raggiungere la temperatura desiderata.